La mia voce

10,00

Per ritrovare le radici dell’anima, la poesia di Patrizia Baglione attinge al serbatoio dei ricordi e delle emozioni, perché le parole che vengono portate dal vento diventano dolce malinconia, solitudine a colori. La poetessa affida al verso la possibilità di dire gli attimi della vita, gli istanti fissati per sempre nella mente, quei pensieri che l’anima schiude novella, per dirla col Nostro, in un naufragio della coscienza che ci permette, alla fine, di ritrovarci, di dare vita ad una nuova vita, dove persino la tristezza, la malinconia, la solitudine, assumono una nuova dimensione, quasi funzione salvifica. La parola permette alla poetessa di perdersi nell’infinito, dove nulla è come sembra e tutto è il Tutto, in una sorta di panismo, panenteismo, come si evince nella poesia Fuori dal mondo.
(dalla prefazione di Massimo Pasqualone)

Category:

Autore

Patrizia Baglione è nata ad Arpino nel 1994 e residente a Veroli, provincia di Frosinone. Amante dell’arte e della letteratura, si affaccia alla poesia all’età di tredici anni. Prosegue poi, gli studi presso l’istituto “Luigi Angeloni” conseguendo il diploma in Tecnico della Grafica Pubblicitaria. In tutti questi anni, ha continuato a scrivere numerose poesie, questo il suo primo libro ma sta già lavorando per il futuro, affrontando temi sociali, come la disabilità, la malattia e l’omosessualità. Attualmente vive ancora a Veroli, dedicandosi alle cose che ama tra cui: la lettura, i vernissage e i piccoli viaggi.

Maggiori informazioni

Pagine:
ISBN: 978-88-32042-02-3

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La mia voce”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment